AUTOBUS COMUNALE FERMO IN AVARIA DA TRE GIORNI, LA UIL TRASPORTI SUL PIEDE DI GUERRA

Condividi

Era andato in avaria tre giorni fa ma da allora nessuno si è preoccupato di riportare il pullman deil trasporto urbano in deposito lasciandolo in mezzo alla strada con tutti i disagi che ne derivano. Sulla gravissima situazione in cui versa il settore dei trasporti urbani interviene la Uil Trasporti. “Quello che sta accadendo da qualche anno a questa parte a Sulmona , nell’ambito dell’autotrasporto, non può  più  passare inosservato”, afferma il segretario della Uil trasporti Vincenzo Marcotullio. “Gli autobus, dimostratesi inaffidabili nel corso degli anni ed  attualmente in dotazione del Comune di Sulmona, non possono più essere utilizzati per lo scopo prefissato ma, possibilmente, tutti da  rottamare.
Se ad essi ci aggiungiamo che di sera, nei pressi della nuova sede della TUA, non si vede ad un palmo dal naso costringendo gli operatori del settore a camminare quasi  carponi per raggiungere la sede operativa nella zona industriale la frittata è  fatta”.
Il fatto che il Comune bisogna che metta subito mano al portafogli lo dimostra anche il fatto che da oramai tre giorni uno degli autobus andati in avaria si trova ancora parcheggiato dinanzi la fermata dell’ospedale cittadino creando anche intralcio al traffico oltre che disservizio.
“Tutto questo rappresenta il segno che molto si dovrà  fare per rendere efficiente un servizio che non può che essere reso idoneamente usufruibile visto che ad utilizzare tali mezzi sono per lo più  anziani e studenti – prosegue il sindacalista- Molto si dovrà  fare anche per rendere sicura la zona antistante la nuova sede della TUA.
Da molto tempo si vive nel disagio più  totale per via di un’illuminazione pubblica non funzionante e che al pericolo derivante dal rischio di essere investiti si aggiunge quello di possibili incidenti di natura criminogena derivanti proprio dalla mancanza di sufficiente illuminazione”. “Credo sia il caso che il Comune”, conclude Marcotullio “non procastini ulteriormente questa situazione e che provveda a rinnovare il parco macchine oltre a ripristinare l’illuminazione pubblica prima che capiti qualcosa di irreversibile”.

Il Segretario Uil Trasporti Vincenzo Marcotullio

Condividi