TROPPI CANI RANDAGI IN PAESE, PERSONE AGGREDITE E IL SINDACO DI NINO DIFFIDA LA ASL

Condividi

Troppi cani randagi in paese, aggressioni ai cittadini e il sindaco di Pratola Peligna diffida la Asl chiedendo la cattura dei randagi, da programmare immediatamente. Questa mattina il sindaco Antonella Di Nino ha scritto al servizio veterinario dell’Asl riferendo che proprio ieri alcune persone sono state aggredite da branchi di cani. I randagi sono presenti soprattutto nella zona del cimitero, della circonvallazione occidentale, zona Spinelle e stazione di Pratola Superiore. “Questa mattina sono stata costretta a diffidare la Asl perché non possiamo più tollerare che gruppi di cani randagi circolino indisturbati per le vie del paese creando agitazione e paura tra i nostri concittadini – sottolinea Di Nino – abbiamo chiesto più volte l’intervento dell’accalappiacani ma senza risultati concreti. Abbiamo chiesto alla stessa Azienda sanitaria di aiutarci a risolvere questo problema, arrivando a scrivere anche al Parco Maiella. Oggi non possiamo più attendere e, pertanto, chiediamo un intervento rapido ed incisivo per l’incolumità dei nostri concittadini”.

Condividi