NUOVO PARCHEGGIO A ROCCARASO, INAUGURAZIONE IN PIAZZA LEONE

Condividi

Oltre settanta posti auto al coperto, con una quota riservata ai diversamente abili e alle forze dell’ordine; un accesso diretto in piazza Leone per favorire un afflusso comodo verso il cuore del paese e un moderno sistema di videosorveglianza e antincendio. Domani, venerdì 10 agosto, alle 17.30, il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, l’assessore al Bilancio e alla Sanità, Silvio Paolucci, e il sindaco di Roccaraso, Francesco Di Donato, inaugureranno il nuovo parcheggio interrato di piazza Leone. Un’infrastruttura costata 3 milioni 700mila euro e il cui progetto è stato avviato nel 2004 dall’amministrazione comunale guidata da Camillo Valentini. Il completamento del parcheggio coperto, i cui lavori erano fermi dal 2009, è stato possibile grazie ad un finanziamento del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che ha concesso al Comune di Roccaraso un fondo da 815mila euro nell’ambito del progetto “6.000 campanili”. Circa 700mila euro sono stati assegnati dalla Regione Abruzzo mentre oltre 2 milioni di euro stati complessivamente stanziati dal Comune di Roccaraso che ha utilizzato anche i fondi accantonati grazie alla tassa di scopo. Un prelievo fiscale che successivamente (nel 2014) non solo è stato interrotto, ma il cui extra gettito è stato restituito ai cittadini.“Si tratta di un’infrastruttura strategica che ci permette di essere ancora più competitivi e che ci aiuta a rafforzare la nostra sfida al turismo sostenibile e di qualità – ha spiegato il sindaco di Roccaraso, Francesco Di Donato – la centralità del parcheggio ci consentirà di ripensare il sistema di mobilità nelle arterie centrali per favorire le esigenze dei turisti che vogliono vivere il cuore del paese in chiave commerciale e di divertimento. Questa comunque è una fase che si aprirà domani mattina e sulla quale coinvolgeremo tutti. Sarà un momento storico per Roccaraso – ha concluso il sindaco Di Donato – che vede così ultimato un altro gioiello infrastrutturale”.

Condividi