MUNTAGNINJAZZ, WEEK END DI GRANDE MUSICA TRA SULMONA E VALLE SAGITTARIO

Condividi

Sarà il grande jazz protagonista del week end. Si comincia venerdì, alle 21.30, al parco fluviale “Daolio” ci sarà l’atteso concerto di Neri Marcoré con lo Gnu Quartet, “Come una specie di sorriso”. Il poliedrico artista, apprezzato attore di cinema, teatro e televisione, insieme al quartetto dal singolare organico strumentale omaggiano uno dei più grani poeti del cantautorato italiano, Fabrizio De André. Nello spettacolo c’è il Faber più noto, ma anche quello meno conosciuto, che  Marcorè, qui nelle vesti di cantante e chitarrista, più ama. Un repertorio, impreziosito dagli arrangiamenti sofisticati di Stefano Cabrera, che trascinerà il pubblico in un emozionante  viaggio musicale attraverso i versi immortali del grande De André. Sabato 11, sempre alle 21.30 e sempre al parco “Daolio”, sarà la volta di Danilo Di Paolonicola con la “Takadum Orchestra”, insieme alla voce di Lavinia Manucusi. La band, diretta e coordinata dai percussionisti Simone Pulvano e Gabriele Gagliarini. condurrà il pubblico in un viaggio musicale tra culture e storie musicali diverse lungo le sponde del Mediterraneo, su un tessuto melodico-armonico disegnato dal trombettista Gianpaolo Casella e dal chitarrista flamenco Alessandro Floridia. Ma prima di immergersi nel programma della serata, il festival Muntagninjazz la mattina di sabato propone anche quest’anno la “Passeggiata musicale” con escursione a Castrovalva ed il concerto “La nostra Africa”, con i musicisti Gianni Di Benedetto e Leonardo Mezzini. Seguirà il pranzo. “ll concerto è un’occasione per scoprire Anversa degli Abruzzi e Castrovalva, luogo di ispirazione di una delle prime litografie di Escher in Italia, le Sorgenti di Cavuto e la Riserva Regionale e Oasi del WWF delle Gole del Sagittario, Colle San Michele e le montagne che dominano Anversa che fanno da scenario alla vita dei paesi – sottolinea Gianni Di Cesare, sindaco di Anversa – sarà una particolarissima manifestazione che vede impegnati il personale della Riserva Regionale e Oasi del Wwf delle Gole del Sagittario coordinata dall’Istituto Abruzzese Aree Protette del Wwf, la cooperativa sociale Daphne, AnverSiamo cooperativa di Comunità, il Comune di Anversa degli Abruzzi, diversi volontari del posto”. L’iniziativa nata dalla collaborazione con l’Albergo Diffuso di Anversa degli Abruzzi, con il Gruppo Comunale di Protezione Civile, con la Proloco di Castrovalva e con l’Associazione di accompagnatori di Media Montagna Abruzzo Mountains Wild, ogni anno fa conoscere nuovi percorsi o ripropone sentieri battuti che si prestano alla particolarissima occasione. Anche quest’anno il pranzo sarà a cura dell’Agriturismo Nido d’Aquila di Castrovalva. Sabato prossimo la manifestazione prenderà il via alle 8.30 in piazza Belprato ad Anversa, dove partirà l’escursione a piedi nelle Gole, godendo la frescura delle Sorgenti e dei canyon delle Gole del Sagittario attraverso il Sentiero Geologico n. 18 della Riserva

 

Condividi