M5S: TROPPA INCIVILTA’ IN SPAZI PUBBLICI, RISCOPRIRE SENSO CIVICO

Condividi

Riprenderanno dal prossimo settembre assemblee pubbliche e gruppi di lavoro del Meetup Amici di Beppe Grillo di Sulmona, nella sede di via Nazario Sauro, 10, ogni lunedi, dalle 21.30. L’appello del M5s è rivolto a tutti i cittadini ed in particolare ai giovani. Un appello che prende spunto dalla denuncia che il Movimento fa sull’uso, spesso sconsiderato, sul rispetto e sulla cura degli spazi pubblici urbani. “Siamo convinti, il rispetto della natura come dei manufatti di una comunità é il motore principale e la base sui cui ipotizzare e costruire anche il minimo cambiamento indirizzato al meglio – sottolinea il Meetup – possiamo trovare insieme le modalità più efficaci impegnandoci in maniera quanto più possibile onorevole, per la salvaguardia e la tutela delle bellezze che la nostra città ha da offrire oggi, domani e sempre”. Il Meetup infatti stigmatizza duramente il comportamento di totale inciviltà e mancanza di rispetto dei beni pubblici messo in atto in questi giorni da alcuni cittadini, in occasione di appuntamenti di grande richiamo, come la Giostra Cavalleresca o altri. Una condotta incivile che ha lasciato un po’ ovunque segni, come rifiuti accumulati, trasformando luoghi della città in immondezzai, non solo al di sotto delle tribune di piazza Maggiore. “Vogliamo soffermarci, oggi, a riflettori spenti, ad invitare ad una riflessione costruttiva quanti spesso si indignano ma tacciono, o magari si lanciano in un effimero sfogo di disapprovazione sui social, paghi di aver manifestato ogni imbarazzo ma anche ogni impotente solitudine, in polemiche accese ma anche un po’ retoriche ed inconcludenti – conclude il Meetup – Crediamo fermamente che non può bastare la sterile lamentela anche quotidiana su quello che non va. Chi, come noi, assiste sconsolato alla rumorosa messa al bando del rispetto delle “cose di tutti”‘, all’oltraggio senza alcuna pietà, di piazze, vicoli, viali, vetrine, automobili, all’abbandono di rifiuti ovunque da parte di coloro che, incuranti e disprezzanti, se ne disinteressano di tutto e tutti, ebbene crediamo debba scuotersi ed attivarsi, far sentire la propria voce di senso civico, finanche presidiare culturalmente i nostri luoghi in cui viviamo”.

Condividi