CASE ATER, I VICINI DELLA 52ENNE CHE PROTESTA: MAI AGGREDITA, LE SUE ACCUSE SONO INFONDATE

Condividi

“Non abbiamo molestato la nostra vicina di casa, l’accusa contro di noi è infondata”. I vicini di casa della 52enne sulmonese, che ieri, in via XXV Aprile, ha messo i propri pochi mobili nel giardino delle palazzine dove alloggia e ha protestato così contro chi l’avrebbe molestata e addirittura aggredita e picchiata, reagiscono a quanto dichiarato dalla donna. “Non abbiamo fatto nulla di male alla donna – precisano – c’è stato solo qualche momento di tensione, ma senza violenze da parte di nessuno. All’improvviso giorni fa ha gettato dal balcone della sua abitazione piatti e altra roba e le abbiamo solo detto che quel che stava facendo poteva essere pericoloso per l’incolumità delle persone”. I vicini di casa si augurano comunque che la donna possa recuperare presto la calma e se afflitta da problemi anche loro sono disposti ad aiutarla. In questi ultimi giorni infatti gli episodi di difficile convivenza tra la donna e i suoi vicini si sono fatti più frequenti e spesso sono intervenuti polizia e carabinieri, per placare gli animi. Intanto questa mattina la donna è stata dall’assistente sociale, per chiedere aiuto e di nuovo ha sollecitato un suo trasferimento in un altro alloggio. “Siamo persone civili, non aggrediamo e non facciamo male a nessuno, sia chiaro – concludono i vicini – sentirci colpevolizzati di fatti mai commessi ci fa solo male perché non rispecchia la verità”.

 

Condividi