DA BONOMINI UNA ZAMPOGNA AI SIGNORI DELLE CORNAMUSE

Condividi

Una zampogna abruzzese per la “Colchester Pipes and Drums” band, ospite della Giostra Cavalleresca d’Europa. Con questo regalo, il Sestiere di porta Bonomini ha voluto rendere omaggio agli amici inglesi che da sei anni sono ospiti della rievocazione storica sulmonese. La consegna della zampogna è avvenuta domenica sera nel corso dei festeggiamenti dell’ultimo sera della Giostra internazionale. Dopo l’accoglienza degli amici inglesi in kilt che, tamburi e cornamuse, hanno fatto il loro ingresso in musica in piazza della Madonnella, tra gli applausi e i balli dei presenti, è stato il capitano del Sestiere, Angelo Pallozzi, a prendere la parola per salutare e omaggiare il capo delegazione, Jhon Roy, con la zampogna. Lo strumento è stato fatto realizzare appositamente per loro nel pieno rispetto delle regole artigianali che la tradizione musicale aburuzzese-molisana impone. “L’idea è nata”, spiega Pallozzi, “riflettendo sui punti di contatto e le somiglianze che le nostre zampogne hanno con le loro cornamuse. Poi ho avuto modo di conoscere un bravissimo artigiano e musicista molisano, Franco Izzi, e questa idea si è concretizzata. Ci è sembrato un bel modo per suggellare questo rapporto di amicizia che ci lega agli inglesi ormai da diversi anni”. Con l’occasione Pallozzi ha anche annunciato il termine del suo mandato come capitano del Sestiere, durato per nove anni, che uniscono a quelli trascorsi nel ruolo di vice. Un commosso Roy ha accolto l’omaggio degli amici di Bonomini ringraziandoli per la gentilezza, l’accoglienza e la disponibilità che hanno sempre dimostrato nei loro confronti nel tempo. Un ringraziamento che si è poi concretizzato in una lunga serie di canzoni e ritmi anglosassoni intonati a suon di cornamuse e tamburi che hanno fatto ballare piazza della Madonnella nell notte finale della Giostra cavalleresca d’Europa. Un saluto che sa già di arrivederci al prossimo anno. (a.c.)

 

Condividi