OSPEDALE DECLASSATO, LA MINORANZA CONSILIARE TORNA ALL’ATTACCO

Condividi

La minoranza consiliare torna all’attacco del sindaco Annamaria Casini e dell’amministrazione comunale sulla sanità. “Non sappiamo se vi resta ancora un po’ di tempo per tentare di poter voltare pagina, quella vostra e non quella scritta da altri, una cosa però è certa: se continuerete a far finta di niente, a non restituire un minimo di dignità e serietà alla politica, dando risposte ai bisogni della gente, saranno allora gli stessi cittadini ad archiviarvi come la peggiore amministrazione comunale dal dopoguerra ad oggi”. Non risparmiano fendenti i consiglieri comunali Maurizio Balassone, Elisabetta Bianchi, Bruno Di Masci, Antonio Di Rienzo, Francesco Perrotta, Fabio Ranalli e Mauro Tirabassi all’indirizzo dell’amministrazione Casini, tornando sul fatto che la retrocessione dell’ospedale di Sulmona, decisa dal commissario regionale ad acta, dal primo livello ad ospedale di base abbia avuto l’avallo della stessa amministrazione comunale e della sua maggioranza. Secondo la minoranza quella decisione è stata un “danno irreparabile fatto pagare ad un’intera comunità da una maggioranza di governo comunale ormai delegittimata dai suoi stessi riprovevoli comportamenti che ha dimostrato di smarrire la sua stessa funzione politica e sociale, condannando la città all’irrilevanza e ad un inarrestabile declino”.

Condividi