DON ALBERTO E DON DANIELE NUOVI SACERDOTI, GRANDE FOLLA IN CATTEDRALE: POPOLI E ROCCARASO IN FESTA

“Siate ministri del perdono, non del giudizio. Ministri di pace e non di divisioni, abbiate la certezza che il Signore non vi abbandona mai. Siate servi della comunità che il Signora vi affiderà, mai padroni”. Queste sono state le esortazioni che il vescovo Michele Fusco ha rivolto ai due nuovi sacerdoti, don Alberto Cicone e don Daniele Formisani, ordinati oggi pomeriggio, con la liturgia solenne celebrata nella Cattedrale di San Panfilo, animata dai canti della Cappella Pamphiliana, diretta dal maestro Alessandro Sabatini. Tanta l’emozione dei due sacerdoti novelli, durante tutto il rito, culminato con l’abbraccio del vescovo, subito dopo aver indossato i paramenti. Un migliaio sono stati i presenti che hanno affollato la Cattedrale stringendosi intorno ai due giovani ordinati presbiteri. Nei banchi, in prima fila, i genitori, familiari e amici più stretti di don Alberto e don Daniele. Ma soprattutto non sono voluti mancare a questo rito sempre commovente i concittadini dei due sacerdoti, provenienti da Roccaraso, paese d’origine di don Alberto e da Popoli, paese d’origine di don Daniele. Nel primo banco infatti hanno preso posto i sindaci di Roccaraso e Popoli, Francesco Di Donato e Concezio Galli. Un grande applauso ha accompagnato la conclusione del rito di ordinazione sacerdotale e della santa messa. Pieno di emozione l’abbraccio tra i due nuovi sacerdoti. Tra due ali di folla festante i due sacerdoti hanno lasciato l’altare maggiore insieme al vescovo Fusco, verso la sagrestia dove hanno ricevuto ancora saluti di amici e conoscenti.