SENTENZA CORTE DEI CONTI: L’EX ASSESSORE DI IANNI DOVRA’ RISARCIRE 10MILA EURO AL COMUNE

Condividi

Dovrà risarcire il Comune di Sulmona per la somma di diecimila euro l’ex assessore e già vice sindaco della città, Enea Di Ianni, componente della giunta Federico. La terza sezione della Corte dei Conti, riformando la sentenza di primo grado, ha condannato l’ex vice sindaco per i pasti gratuiti che la Coselp avrebbe dovuto fornire nel corso del 2010, come prescritto dal contratto e previsto nel bando della gara d’appalto. Nella stessa vicenda giudiziaria era coinvolto l’ex vice segretario generale del Comune, Benvenuto Natale, che invece è stato assolto. I giudici contabili hanno affermato nella sentenza che l’onere del controllo degli adempimenti previsti da contratto e appalto non spettasse all’allora vice segretario generale ma direttamente e solo all’assessore. All’assessore spettava anche indicare i beneficiari dei pasti gratuiti, in numero di trecento a settimana. I giudici hanno addebitato all’ex assessore Di Ianni la colpa grave di non aver provveduto all’esecuzione di quella clausola, a favore dei bisognosi, da lui stesso fatta inserire nel bando di gara.

Condividi