ASSAGGI DI ORAPI, GLI SPINACI DAL SAPORE DI MONTAGNA

Condividi

Si chiamano Orapi, hanno le foglie “a piede d’oca”, sono tipici della bella stagione e hanno quel buon sapore della montagna del centro Abruzzo. Non solo una verdura selvatica, ma gli squisiti spinaci portano con sè storie e tradizioni di pastori e contadini che un tempo andavano sui monti a raccoglierli. Un’usanza viva ancora oggi, ma poco conosciuta. Valorizzare il territorio attraverso i prodotti della nostra terra risulta essere sempre una carta vincente per raccontare e far conoscere i paesi montani, con le loro caratteristiche, curiosità, tradizioni e sapori unici.  Con gli gnocchetti, in gustose minestre o nell’insalata, questi spinaci selvatici, che preferibilmente vanno gustati appena colti, per assaporarne la tenerezza, arricchiscono molti piatti della tradizione locale.  Piccole quantità di Orapi freschissimi sono state raccolte dai pastori delle greggi del Gruppo PingueConad, divenendo in questi giorni protagonisti ricercati di angoli gastronomici a loro dedicati con tanto di ricette diverse. Una scelta sulla convinzione che il futuro si possa costruire partendo dalla propria terra, facendo della tradizione e delle peculiarità una leva per la promozione, perchè “Più territorio, più comunità”, proprio come recita il motto del Gruppo.

 

Proseguono gli appuntamenti con la rubrica pubbliredazionale “Più Territorio, Più Comunità”.

Condividi