NO SNAM, VESCOVO FUSCO: NECESSARIO PARTECIPARE ALLA MANIFESTAZIONE DEL 21 APRILE A FAVORE DEL BENE COMUNE

Condividi

Anche il vescovo Michele Fusco aderirà alla manifestazione “No Snam” contro il progetto di centrale e gasdotto che si svolgerà sabato prossimo, 21 aprile, a Sulmona. Il pastore della diocesi di Sulmona-Valva ha motivato la sua adesione alla manifestazione con le parole di Papa Francesco, prese dall’enciclica “Laudato si”: “Rivolgo un invito urgente a rinnovare il dialogo sul modo in cui stiamo costruendo il futuro del pianeta. Abbiamo bisogno di un confronto che ci unisca tutti, perché la sfida ambientale che viviamo, e le sue radici umane, ci riguardano e ci toccano tutti”. “Sulla scia delle parole che Papa Francesco ci ha consegnato con la sua Enciclica “Laudato si’”, sulla cura della casa comune riguardante anche la custodia e la difesa del Creato, il vescovo Michele Fusco, unito alla Chiesa Diocesana, ritiene necessario partecipare alla manifestazione No Snam per farsi voce della comunità a favore del bene comune” si legge in una nota della Diocesi. “Poiché “l’ambiente è un bene collettivo, patrimonio di tutta l’umanità e responsabilità di tutti” (LS 95), ciò che ci motiva è l’amore, la responsabilità e la difesa del nostro territorio da violenze e sfruttamento di interesse esclusivamente economico – prosegue monsignor Fusco – consapevoli delle potenzialità e della ricchezza che ci è stata affidata, pensiamo che il futuro della nostra valle e della sua popolazione è da cercarsi in altri percorsi che non mortificano e non mettono a rischio l’equilibrio naturale e sociale della nostra amata terra.Tutto questo in sintonia con la Giornata Mondiale della Terra che vivremo domenica 22 aprile, momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per promuovere la sostenibilità ambientale e la salvaguardia del nostro pianeta”.

Condividi