SINDACO DI NINO: RICORSI AL TAR UNITARI CONTRO CENTRALE SNAM

Auspica ricorsi unitari e non separati delle amministrazioni comunali del Centro Abruzzo, insieme a quello di Sulmona, per la battaglia contro centrale e gasdotto Snam. E’ il sindaco di Pratola Peligna, Antonella Di Nino.  “Siamo stati i primi come amministrazione a chiedere che venisse intrapresa la strada del ricorso al Tar contro la delibera del Consiglio dei Ministri dello scorso 22 dicembre che ha dato di fatto il via libera alla Centrale Snam a Sulmona, raccogliendo la disponibilità, a titolo gratuito e nell’esclusivo interesse per il territorio, dell’avvocato amministrativista Dover Scalera a farsi carico di una battaglia legale abbracciata da tutti – ricorda il sindaco di Pratola – per spirito di servizio abbiamo deciso ora di appoggiare la scelta del comune di Sulmona di affidare l’incarico all’avvocato Alfonso Celotto, considerato anche che Sulmona è formalmente unico comune certificato a fare riscorso. È necessario, però, che il sostegno formale degli altri sindaci con le loro amministrazioni prenda la forma di un ricorso unitario e non quello di un ricorso “ad adiuvandum”, separato e distinto da quello di Sulmona”. Di Nino precisa infatti che “il ricorso congiunto è da preferire per una serie di motivi, non ultimo quello di rafforzare l’unitarietà territoriale in una battaglia molto difficile. Ringrazio l’avvocato Scalera per la grande sensibilità mostrata e per l’offerta della sua indiscutibile qualità e attendo di conoscere i necessari chiarimenti di dettaglio sull’incarico conferito al professor Celotto”.