CASINI: LA DELIBERA PER IL TRIBUNALE SARA’ SEGNO DI UNITA’ DEL CENTRO ABRUZZO

Condividi

La proposta di delibera del Consiglio comunale contro la soppressione del Tribunale di Sulmona sarà condivisa tra tutte le forze politiche rappresentate a palazzo S.Francesco e perciò discussa già nella conferenza dei capigruppo consiliari convocata per lunedi prossimo. Scopo dell’amministrazione comunale è quello di condividere un documento con tutte le forze politiche presenti nell’assise, per poterlo poi approvare, in maniera definitiva, nel Consiglio comunale straordinario, previsto per il 22 dicembre che si terrà all’interno del Palazzo di Giustizia peligno. Il Consiglio comunale, in sinergia con il Presidente del Tribunale, Giorgio Di Benedetto e il Consiglio dell’Ordine degli avvocati sulmonesi, vedrà la partecipazione di tutti i sindaci e di tutte le forze politiche del vasto territorio del centro Abruzzo. “Questa è una battaglia di tutti, maggioranza e minoranza, dell’intero territorio, di tutte le forze politiche e l’unico obiettivo è la salvaguardia del nostro tribunale” sottolinea il sindaco Annamaria Casini, ricordando che “il Tribunale di Sulmona è stato l’unico in Abruzzo ad aver risposto al bando, ideato dall’assessore regionale Andrea Gerosolimo, per ottenere finanziamenti pari a 400 mila euro, volti al rafforzamento delle competenze digitali negli uffici giudiziari. Si tratta di un progetto pilota molto importante che rappresenta una grande opportunitá per il nostro territorio. Il finanziamento regionale, infatti, consentirà al tribunale di Sulmona di divenire best practice nazionale sul campo della digitalizzazione e del processo telematico, aggiungendo un’ importante specificità alle caratteristiche del nostro tribunale, già riconosciuto ed apprezzato per la sua grande produttività ed efficienza”.  Lo stesso sindaco ha ricordato ancora che il Tribunale del capoluogo peligno si situa in un territorio in gran parte montano e quindi la sua soppressione provocherebbe gravi disagi all’intera cittadinanza del Centro Abruzzo, diventando ostacolo all’attuazione del diritto di tutti i cittadini al servizio giustizia. “Lo spirito con cui dovremo approcciare il problema dovrà essere quello giusto per vincere una battaglia tutti insieme contro la soppressione del tribunale. Io sono pronta” ha concluso Annamaria Casini.

Condividi