“NON ABBIAMO BISOGNO DI RICHIAMI ALL’APPARTENENZA”, AVANTI SULMONA REPLICA A RAMUNNO

Restano divisioni e fibrillazioni nella maggioranza, alla vigilia del consiglio comunale convocato per le comunicazioni del sindaco Annamaria Casini sulle dimissioni di due assessori ed il rimpasto di giunta conseguente. Avanti Sulmona replica al monito lanciato ieri dal consigliere comunale Andrea Ramunno, che aveva invitato la maggioranza a non pensare alle poltrone ma alla politica e ai progetti, alludendo chiaramente ad Avanti Sulmona ed anche agli ultimi incontri sulla seconda fase del rimpasto. “Non abbiamo bisogno di nessun richiamo di appartenenza, l’azione politica ed amministrativa svolta dal gruppo Avanti Sulmona dal primo giorno si è contraddistinta per critica e proposta” replicano oggi Katia Di Marzio, presidente del Consiglio comunale e Fabio Pingue, capogruppo consiliare. “Ribadiamo con assoluta fermezza quello che è stato l’unico messaggio di cui il gruppo Avanti Sulmona si è fatto promotore e cioè quello di rimanere fedeli al mandato datoci dagli elettori, garantire un’azione di governo stabile e propositiva nell’interesse esclusivo della nostra città” hanno precisato i due esponenti consiliari, prescindendo dalle “legittime opinioni” espresse anche dalla stampa in questi giorni.