RAMUNNO AMMONISCE LA MAGGIORANZA: LAVORIAMO SUI PROBLEMI DELLA CITTA’, NON SULLE POLTRONE

Condividi

Si parli e ci si confronti seriamente sui problemi della città, mettendo da parte il “politichese”. L’appello viene lanciato dal consigliere comunale del gruppo “Sulmona al Centro”, Andrea Ramunno, che non esita a chiedere confronto costruttivo, tra tutti i gruppi consiliari e le forze politiche cittadine, “non sulle poltrone”, come accade in questi giorni, anche in maniera concitata e nervosa, “altrimenti non è un tabù parlare di esperienza negativa e credo che a quel punto metterei volentieri in discussione la mia esperienza di consigliere comunale confrontandomi innanzitutto con chi mi ha dato la fiducia”. Dunque Ramunno, più saggiamente di altri suoi colleghi e compagni di “cordata” che ordiscono solo giochi di potere, ritiene che “il cambio della giunta deve rappresentare un momento di rilancio dell’azione amministrativa, senza parlare di bocciature o promozioni. La città chiede risposte sui problemi quotidiani che attanagliano il nostro comune da anni, si aspetta che venga messo da parte il “politichese” che sta caratterizzando il dibattito in questi giorni e che ormai appassiona soltanto gli addetti ai lavori. Non bisogna farsi trascinare nella polemica sterile con chi ha dimostrato negli ultimi venti anni una politica fallimentare che i cittadini hanno più di una volta bocciato, bisogna guardare​ ​avanti. Buona parte di noi rappresenta la generazione che nonostante questo territorio abbia poco da offrire, ha deciso di restare e impegnarsi qui per renderlo migliore e attrattore di opportunità.​ ​Volgiamo​ ​uno​ ​sguardo​ ​al​ ​futuro​ ​piuttosto​ ​che​ ​guardare​ ​sempre​ ​al​ ​passato”. Ramunno aggiunge, richiamando a dovere anche la maggioranza, che “non è possibile perdere di vista gli obiettivi con cui ci siamo presentati alla cittadinanza e su cui​ ​abbiamo​ ​chiesto​ ​la​ ​fiducia​ ​alla​ ​città”. Ed ammonisce tutti che “la nuova giunta deve interpretare questi bisogni a partire dalla riorganizzazione che deve essere portata a termine e che è necessaria per tutti i grandi temi da affrontare come scuole, lavoro, politiche giovanili, ricostruzione ed edilizia, manutenzione della città, ottimizzazione dei​ ​costi​ ​di​ ​funzionamento​ ​dell’ente​ ​comunale,​ ​turismo,​ ​frazioni​ ​e​ ​periferie”. Un grazie rivolge infine agli assessori uscenti Mario Sinibaldi e Paolo Santarelli “per il lavoro svolto” e augura buon lavoro alla giunta attuale e al sindaco Annamaria Casini.

 

Condividi