PREZZA E LA VICENDA MALMOZZETTO CAPITOLO IMPORTANTE NELLA STORIA DEL MEZZOGIORNO D’ITALIA

Condividi

Il primo tentativo di unità del Mezzogiorno d’Italia fu bloccato dalla vicenda del condottiero normanno, Ugo Malmozzetto, fermato e sconfitto a Prezza. Da qui l’importanza della vicenda, al centro della rievocazione storica svoltasi a Prezza domenica scorsa,  che diverrà oggetto di una tesi di laurea o di ricerca nei corsi di storia medioevale o paleografia dell’Università D’Annunzio di Chieti-Pescara. Lo ha annunciato il pro rettore dell’Ateneo, Stefano Trinchese, intervenuto alla firma del Protocollo di Intesa tra l’Università ed i sindaci di Prezza, Marianna Scoccia; di Popoli, Concezio Galli; di Tocco da Casauria, Riziero Zaccagnini e di Castiglione a Casauria, Gianluca Chiola. “Malmozzetto – ha detto Trinchese – guidava una parte dell’esercito normanno che, seguendo l’Adriatico ed entrando per le Gole di Popoli, tentava di ricongiungersi con l’altra parte dell’esercito che risaliva il fiume Liri. Fu bloccato a Prezza e lì abortì il primo tentativo di riunificazione storica del Mezzogiorno d’Italia, con conseguenze storiche ed economiche che è bene approfondire”. Soddisfazione per il successo della giornata ha espresso il sindaco Marianna Scoccia. “Stiamo cercando le nostre radici – ha detto – in sintonia con altri sindaci. Un anno fa iniziammo quasi per gioco il percorso di rievocazione storica di Malmozzetto. Poi abbiamo coinvolto studiosi di tutta Italia e l’Università. Oggi siamo convinti – ha concluso – che possiamo dare un contributo per la ricostruzione di una pagina importante della storia abruzzese”.

Condividi