AUTOSTRADA DEI PARCHI, CARUGNO (PSI): TARIFFE ESOSE, REVOCARE CONCESSIONE A TOTO

“In una regione che pensa e spera di vivere di turismo, per il quale i collegamenti e le autostrade sono il primissimo biglietto da visita, mi chiedo se sia tollerabile subire una tariffazione tanto esosa a fronte di una penosità dei servizi tanto marcata”. Su  Autostrada dei Parchi Massimo Carugno, esponente della segreteria nazionale del Psi non ha mezzi termini. “Va revocata la concessione a Toto e le tariffe dell’autostrada, a fronte dei servizi, sono una rapina per le tasche dei cittadini” sostiene Carugno che ieri si è “divertito” a calcolare in maniera quasi esatta quanto si paga di pedaggio autostradale in Abruzzo rispetto ad altri tronchi. A25. Da Pescara Ovest- Chieti a Castel Madama (ultimo casello prima di Roma) 166 Km. per €.17,30. A14. Da Pescara Ovest – Chieti ad Ancona Nord 168 km. per €.12,00 Se si considera l’andata e il ritorno diventano €.34,60 contro €. 24,00. “Tale tariffazione e’ assolutamente esagerata specie rispetto ai servizi offerti – osserva Carugno – Non devo dire certo ricordare agli Abruzzesi che, dopo Brecciarola, l’area di servizio successiva e’ dopo Avezzano e l’altra ancora a Carsoli mentre sull’altro tronco non si contano. Non devo ricordare agli Abruzzesi quanti caselli da noi hanno la corsia telepass inutile, perchè confusa con quella a ticket, a diffrenza dell’altro tronco. Non devo ricordare agli Abruzzesi che mentre da noi si deve discutere e litigare per ottenere la manutenzione dei viadotti, e la loro messa in sicurezza antisismica, altrove si viaggia a 3 corsie per senso di marcia”. Concludendo l’esponente Psi si chiede “a cosa pensano gli uomini che governano questa Regione quando riflettono su certi dati, se vi riflettono, e perchè non valutano la eventualità di spingere perchè la concessione delle autostrade abruzzesi sia revocata all’attuale gestore piuttosto che lavorare per il rinnovo a costo di una perforazione dell’Abruzzo come una groviera”.