FONDI ALLA CULTURA, DALLA REGIONE SULMONA RACCOGLIE SOLO BRICIOLE

Condividi

Sulmona sempre decantata come città capoluogo di cultura e nell’anno del Bimillenario Ovidiano riceve solo briciole dalla Regione e vede escluse da contributo manifestazioni di primo piano e di fama internazionale, ancora una volta insomma gravemente penalizzata. Il piano di riparto del Fondo unico regionale per la Cultura, che consiste in tutto in un milione e 58 mila euro, varato prima di Capodanno dalla giunta regionale vede Sulmona solo in tre voci: 10 mila euro alla Camerata Musicale Sulmonese, tra gli eventi cofinanziati e Premio “Scanno”, con 4 mila euro Sulmona Film Festival, con 8 mila euro, tra gli eventi direttamente sostenuti dalla Regione. A conti fatti, per un milione e 58 mila euro destinati al settore cultura, appena 22 mila euro prendono la strada del capoluogo di cultura. “Per le assegnazioni –  si legge in una nota della Regione – “sono stati utilizzati criteri oggettivi basati sull’entità dei finanziamenti che ciascuna istituzione riceve dal Fondo Unico per lo Spettacolo nazionale, i cui beneficiari sono individuati da un decreto ministeriale”. Si è tenuto conto anche degli obblighi di cofinanziamento in capo agli enti territoriali. Ecco l’elenco di tutti i contributi riconosciuti dal governo regionale: 429 mila euro all’Istituzione Sinfonica Abruzzese;  13 mila ad Harmonia Novissima;  42 mila ai Solisti Aquilani;  84 mila alla Società Aquilana dei Concerti “Barattelli”;  10 mila alla Camerata Musicale Sulmonese;  20 mila alla Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara”; 6 mila all’Accademia Musicale Pescarese; 5 mila all’Associazione Orchestrale da Camera “Benedetto Marcello”; 8 mila al Comune di Tagliacozzo;  199 mila al Teatro Stabile d’Abruzzo;  16 mila all’Associazione “Teatro dei Colori”;  14 mila al Teatrozeta; 64 mila al Florian Metateatro; 9 mila a e-Motion Gruppo Phoenix 2; 2 mila ad Abruzzo Circuito Spettacolo;  28 mila e 500 euro all’Ente Manifestazioni Pescaresi. Lo stesso provvedimento prevede due contributi straordinari ‘una tantum’, validi solo per il 2016: 49 mila euro come cofinanziamento al Teatro Marrucino di Chieti, che già gode dei contributi previsti da una specifica legge regionale e 40 mila euro per l’Estate Musicale Frentana di Lanciano. La stessa giunta ha approvato anche l’elenco degli eventi sostenuti direttamente dalla Regione, per i quali sono stati stanziati circa 130 mila euro:Festival Internazionale del Benessere di Caramanico Terme (4mila euro); Premio “Città di Penne” (4mila); Premio “Dean Martin” di Montesilvano (4mila); Museo d’Arte dello Splendore di Giulianova (4 mila euro); Premio “Scanno” (4 mila); Premio “Benedetto Croce” di Pescasseroli (4 mila); Sulmona Film Festival (8 mila); Indierocket Festival Pescara (8 mila); Festival del Giallo di Pescara (4 mila); Controsenso di Sante Marie (3 mila 200 euro); Casa Editrice Rocco Carabba Lanciano (4 mila euro per la riproduzione di testi di economia regionale del 17esimo e 18esimo secolo); Festival internazionale del Teatro comico di Sant’Omero (3 mila 200 euro). Per effetto di prescrizioni della normativa regionale vigente, che prevede specifiche misure di sostegno per le attività corali e per le iniziative legate al cinema, 50 mila euro sono stati assegnati all’Associazione Cori d’Abruzzo di Spoltore, 10 mila al Premio “Gianni Di Venanzo” di Teramo, 5 mila alla Lanterna Magica dell’Aquila, 5 mila al Garage Lab di Pescara e 5 mila all’Associazione Movimentazioni di Pescara.

Condividi