MALTEMPO DISTRUGGE I VIGNETI, PRATOLA CHIEDE AIUTO ALLA REGIONE

Condividi

L’improvviso maltempo, con rigide temperature, che si è abbattuto ieri anche nella Valle Peligna, portando con sè neve e gelate, ha fortemente danneggiato i vigneti del territorio, alla stregua dei campi di tutta la provincia. Avviliti, inizialmente, agricoltori e vitivinicoli di fronte al drammatico spettacolo di ingenti danni e colture distrutte. Non si danno per vinti e sono pronti a rimboccandosi le maniche per ripartire. Lancia l’appello ai colleghi nel fare squadra l’imprenditrice di Vittorito, Alice Pietrantonji, spiegando che nonostante il danneggiamento causato da una gelata “che verrà ricordata come la più forte in vent’anni”, la pianta della vite è comunque molto reattiva, quindi è possibile sperare in una ripresa. “Uniamoci per affrontare questa ennesima difficoltà” dice “ci pieghiamo ma non possiamo farci spezzare dalle difficoltà”. Un colpo di coda distruttivo,  in sostanza, di un inverno, che, già anomalo di per sè, ha scalzato la primavera che aveva regalato tepori quasi estivi da favorire il rigoglio delle viti.  Con una lettera inviata alla Regione, nello specifico alla Direzione delle Politiche Agricole e all’assessore al ramo, Dino Pepe, il sindaco di Pratola Peligna Antonio De Crescentiis ha chiesto il riconoscimento dei danni alle aziende ed agli operatori del settore agricolo. “Una situazione che ci ha spinto a chiedere subito alla Regione di attivare tutte le procedure utili al riconoscimento dei danni ed al conseguente ristoro degli stessi in favore delle numerose attività coinvolte” ha affermato De Crescentiis “Abbiamo ritenuto necessario farci portavoce delle esigenze di questo importante settore ed auspichiamo una pronta collaborazione della Regione per consentire ai tanti operatori impegnati nel comparto agricolo di ottenere al più presto quanto dovuto”.

13096230_10210168419675262_6929086503531942090_n

 

 

Condividi