EMOZIONI IN MUSICA NELLA PRESENTAZIONE DEL “SENSO DELL’UGUALE” (video)

VIDEO E INTERVISTA

Capire e accettare le differenze, liberandosi da quei pregiudizi che come mattoni bloccano palloncini che non riescono a volare. E’ questo, in sostanza, per Andrea Di Giustino, cantautore e musicista sulmonese di vero talento, “Il Senso dell’uguale”,  che dà il titolo al suo album presentato ieri sera nella libreria di piazza Capograssi. Un appuntamento musicale davvero piacevole, raccolto ma coinvolgente e di livello, alto come la qualità dei pezzi, riconoscibile subito anche alle orecchie dei poco esperti del settore, notando tecnica, bravura e studio. Nove brani inediti  firmati, per testo e musica, dallo stesso artista, arrangiati sotto la direzione artistica di Andrea Campisano e Francesco Lo Cascio, prodotto sotto la supervisione artistica di Mauro Mengali. Si passa da “Piccoli sogni imperfetti”, in cui “c’è voluto del talento/ dentro ad ogni fallimento/per scoprire quanta forza/non sapevo di aver dentro/”, a “L’amore non vissuto”, dove il cuore si fa acrobata sospeso “a due nuvole al vento”, tra il silenzio a “una lingua d’autore/ che cerca nuove parole/ per descrivere amore”.  E ancora la sensibilità e la delicatezza che emerge con forza e originalità da “Aprile”, canzone per niente banale, che si rifà a quel terribile 2009, chiedendo a chi ha sofferto “Anna insegnami/ da quale parte che sta la felicità?”. “L’Alchimista di parole” e “Morire vivo”, ma è, invece, “Punto a Capo”, orecchiabile, coinvolgente e musicalmente complessa, la prima fatta conoscere al pubblico attraverso un video, che ha reso il pubblico partecipe, cantando insieme il ritornello e seguendo il ritmo con le le mani. Un brano che lascia salire quella voglia di ricominciare,  quando si volta pagina nella vita e si comincia a scrivere un nuovo capitolo, come quando con colpo secco si fa scorrere il rullo di una vecchia Olivetti che segna l’accapo.  “Rinizierò da qui/punto e a capo/ rilevante o no/ quello che è stato è stato/”; “poi sei arrivata tu/ punto e a capo/ ed un sorriso in più/ si è acceso e ha illuminato/ le parole”.  Un’emozione forte per il cantautore sulmonese, come ha confessato egli stesso al termine dello showcase, non smettendo di ringraziare quanti lo hanno aiutato nel realizzare questo disco, dando appuntamento per un concerto il 5 Aprile prossimo nel Soul Kitchen di Sulmona.

shocasedigiustino (7)

shocasedigiustino (4)

shocasedigiustino (6)

shocasedigiustino1 (1)

shocasedigiustino (5)

shocasedigiustino1 (2)  shocasedigiustino (8)

shocasedigiustino (1)